Articoli con tag “Simone Carabella

Piano Sottile: “No ad Albano pattumiera di Roma”

0666666_Ultimo incontro di “Progetto Riciclo”, l’Assessore Alessio Ciacci (Capannori) a Genzano di Roma. Sabato alle ore 17:00 presso l’aula consiliare del Comune. Grazie al “Movimento 5 Stelle di Albano Laziale” avremo anche la diretta web/streaming dell’evento direttamente a questo link. Pertanto da tutta Italia (movimenti, cittadini e associazioni) chi volesse seguirci può farlo direttamente via web. Buona visione!

_L’associazione Differenzia-ti e il Comune di Genzano di Roma invitano i cittadini, gli amministratori dei Castelli Romani ed i movimenti associativi del territorio al terzo ed ultimo incontro di “Progetto Riciclo” che si terrà sabato 19 gennaio alle ore 17:00 presso l’aula consiliare del Comune di Genzano di Roma. Avremo come ospite Alessio Ciacci, assessore all’ambiente del Comune di Capannori (Lucca) e “Personaggio Ambiente 2012″. Il Comune di Capannori, 46.000 abitanti ripartiti su 160 kmq di superficie è stato il primo comune italiano ad aderire alla strategia “Rifiuti Zero”, vanta una percentuale di raccolta differenziata dell’80% con punte del 90% dove è stata introdotta la TIA puntuale che è entrata a regime su tutto il terriorio comunale dal 1 gennaio 2013, facendo di Capannori il più grande comune italiano con tariffazione puntuale. Fondamentale anche lo sviluppo dato dal comune toscano al “Coordinamento Nazionale verso Rifiuti Zero” che vanta quasi 120 comuni aderenti per un totale di 3 milioni di cittadini. L’incontro conclusivo di “Progetto Riciclo” si prefigge, ancora una volta, di portare nel territorio castellano un’altra eccellenza del panorama italiano nella gestione del ciclo dei rifiuti a dimostrazione che la filiera della riduzione, del riuso e del riciclo sono realtà concrete di efficienza e di sostenibilità. Vi aspettiamo.

_(Fonte articolo, clicca qui) Goffredo Sottile, commissario straordinario all’emergenza rifiuti, ha deciso: la spazzatura di Roma verrà smaltita in quattro impianti sparsi in tutta la regione tra cui la discarica di Roncigliano di Albano. Ricordiamo che nella discarica di Albano è attualmente attivo il VII invaso, ma con l’arrivo dei rifiuti di Roma si può pensare a un esaurimento prima del tempo previsto tanto da dover poi attivare l’VIII invaso. I comitati cittadini che da anni lottano da un lato per la dismissione della discarica di Roncigliano e dall’altro per scongiurare la costruzione dell’inceneritore non hanno dubbi, da Albano non si passa. Sul web e i social network le decisioni di Sottile hanno generato una dura reazione: “Albano non diventerà la pattumiera di Roma – tuona Simone Carabella esponente del Partito Democratico e noto militante del Comitato No Inc – Chi ha sbagliato negli anni passati deve assumersi le proprie responsabilità. Troppo comodo scaricare ancora una volta su un territorio gia’ devastato ed al limite della vivibilita’. Ad Albano non si passa. Con ogni mezzo, con ogni uomo, con ogni donna. Tutti insieme impediremo questa ennesima violenza”. Anche Daniele Castri, referente legale del Comitato No Inc interpellato da Castellitoday non usa mezzi termini e annuncia già una prima manifestazione di protesta: “Cercheremo di ostacolare, con tutti i mezzi legali e le forze a nostra disposizione, questo ennesimo abuso ai danni dei Castelli Romani. Già la mattina del 26 Gennaio, data dell’entrata in vigore del decreto “Salva Roma”, il No Inc terrà, proprio all’ingresso della discarica di Roncigliano, un sit-in di protesta per manifestare contro le decisioni del Ministro Clini e del Super Commissario Sottile”. Anche l’amministrazione comunale di Albano da parte sua metterà in campo tutte le azioni possibili per contrastare la decisione derivata dal decreto del Ministro Clini: “Siamo stufi per usare un eufemismo – dice raggiunto telefonicamente Luca Andreassi delegato ai rifiuti del Comune di Albano – della duplice accezione di Roma: è Roma Capitale quando deve prendere finanziamenti ed è invece Roma Area Metropolitana quando c’è bisogno di risolvere i problemi. Anche questa volta siamo chiamai a risolvere un problema non nostro con tutti i problemi che ricadranno sul nostro territorio, si pensi al semplice traffico pesante sull’Ardeatina”. “Metteremo in essere – conclude Andreassi – tutte le azioni possibili di contrapposizione sia legale con un ricorso al Tar di cui i nostri legali stanno già studiando le carte e tutte le possibili forme di comunicazione per manifestare il nostro dissenso. Noi una discarica già ce l’abbiamo e non vogliamo anche essere la discarica di Roma”.

Annunci

Conferenza sindaci di bacino, conversazione con Castri e Carabella

_(Fonte articolo, clicca qui) Conversazione di Fabio Ascani, Eco 16, con Daniele Castri e Simone Carabella, dopo la Conferenza dei Sindaci tenutasi oggi, 9 gennaio 2013 a Palazzo Savelli ad Albano Laziale (Vedi QUI) Alcuni passi importanti sono stati fatti ma, ci dice Daniele Castri, ci sono ancora cose importanti da portare a compimento e questioni da non sottovalutare. Simone Carabella auspica che la prossima conferenza dei sindaci, il 18 Gennaio sempre ad Albano, possa essere aperta ai cittadini ed invita tutti a partecipare all’incontro del 19 Gennaio a Genzano con l’assessore Alessio Ciacci presso l’aula consiliare. È il terzo ed ultimo incontro di Progetto Riciclo, organizzato da Luca Tittoni con l’associazione Differenzia-ti e con il patrocinio del Comune di Genzano. Ascoltate con attenzione e fino alla fine la conversazione con Daniele e Simone.


Roma, Ponte Cavour 2013 – Coraggio, riprendiamoci l’Italia!

_Dateci una mano, sosteniamo la sottoscrizione straordinaria del Coordinamento Contro l’inceneritore di Albano per il ricorso alla Corte di Cassazione contro l’inceneritore dei Castelli Romani. Cliccare qui su come poter aiutare.

_Terzo ed ultimo incontro di “Progetto Riciclo”, l’assessore all’ambiente del Comune di Capannori (primo comune italiano ad aderire alla strategia “Rifiuti Zero”), Alessio Ciacci, sarà nostro ospite il 19 gennaio 2013 alle ore 17:00 presso l’aula consiliare del Comune di Genzano di Roma. Tutti invitati. Vi aspettiamo.

_Simone Carabella ha rispettato anche quest’anno la tradizione che lo vuole tuffatore da Ponte Cavour, Roma, in segno di protesta contro la costruzione dell’inceneritore di Albano e in segno di solidarietà verso tutte le vertenze ambientali del Lazio. Un tuffo per dire no a metodi obsoleti e dannosi nello smaltimento rifiuti e per dire si a raccolta differenziata porta a porta e riciclo.


Simone Carabella – Verso Ponte Cavour 2013

_Idealmente tutti insieme a Simone il 1 gennaio 2013 alle ore 11:00 sul cornicione di Ponte Cavour (Roma) per un tuffo che rappresenterà tutte le vertenze ambientali del Lazio, in primis, la vertenza contro l’inceneritore di Albano Laziale e contro l’annessa discarica di rifiuti indifferenziati.